La giusta politica tariffaria

Come scegliere la giusta politica tariffaria nel settore dell’ospitalità

La politica tariffaria nel settore dell’ospitalità è una delle decisioni più cruciali per il successo del tuo business. Una politica tariffaria ben definita ti permette di massimizzare i ricavi, attraendo clienti, mantenendo una buona occupazione e garantendo un margine di profitto sostenibile. Ecco alcune linee guida per sviluppare una politica tariffaria efficace:

  1. Segmentazione del mercato: Dividi il tuo mercato in segmenti basati su diversi fattori, come le esigenze dei clienti, il tipo di camera, la stagione o la durata del soggiorno. Ad esempio, potresti avere tariffe diverse per camere standard, suite di lusso, pacchetti familiari, ecc.
  2. Stagionalità: Adatta le tariffe in base alle stagioni dell’anno. Durante la stagione alta o i periodi di alta affluenza (fiere, concerti, eventi particolari), quando la domanda è elevata, puoi aumentare le tariffe. Durante la bassa stagione, potresti offrire sconti o promozioni speciali per attirare più clienti.
  3. Tariffe dinamiche: Utilizza un sistema di gestione delle tariffe (RMS) per regolare automaticamente le tariffe in base alla domanda e all’offerta in tempo reale. Questo aiuta a massimizzare i ricavi senza dover aggiornare manualmente le tariffe.
  4. Tariffe non rimborsabili: Offri tariffe scontate per le prenotazioni non rimborsabili o con politiche di cancellazione rigorose. Questo può incentivare i clienti a prenotare in anticipo e a impegnarsi nel soggiorno.
  5. Last-Minute Deals: Per le camere invendute, puoi offrire tariffe speciali dell’ultimo minuto per riempire rapidamente le stanze e recuperare parte dei ricavi.
  6. Pacchetti e promozioni: Crea pacchetti speciali che includano servizi aggiuntivi come cene, massaggi o escursioni locali. Questi pacchetti possono attirare clienti disposti a pagare di più per un’esperienza completa.
  7. Politica di prezzo differenziata: Adotta una politica di prezzo dinamico in cui le tariffe variano in base alla disponibilità e alla domanda. Questo significa che le tariffe possono aumentare man mano che le date si avvicinano o se le prenotazioni stanno andando bene.
  8. Programmi fedeltà e sconti a lungo termine: Premia i clienti fedeli con sconti speciali o tariffe preferenziali. Offri sconti anche per soggiorni prolungati, ad esempio soggiorni settimanali o mensili.
  9. Analisi dei dati: Utilizza i dati storici delle prenotazioni e gli strumenti di analisi per monitorare le prestazioni delle tariffe. Registra l’occupazione, i ricavi, le recensioni dei clienti e le prenotazioni in modo da apportare aggiornamenti e miglioramenti.
  10. Concorrenza: Tieni d’occhio la concorrenza e adatta le tue tariffe di conseguenza. Se i tuoi concorrenti stanno offrendo tariffe più basse, potresti considerare di abbassare le tue tariffe o aggiungere valore ai pacchetti per rimanere competitivo.
  11. Comunicazione chiara: Assicurati che le tariffe siano chiare e trasparenti per i clienti. Evita costi nascosti o sorprese sgradite al momento del check-out.
  12. Valutazione continua: Rivedi regolarmente la tua politica tariffaria e apporta aggiornamenti in base alle tendenze di mercato, ai feedback dei clienti e alle prestazioni finanziarie.

In sintesi, una politica tariffaria efficace nel settore dell’ospitalità richiede un equilibrio tra massimizzazione dei ricavi e soddisfazione del cliente. È importante essere flessibili, monitorare costantemente il mercato e adattarsi alle mutevoli esigenze dei clienti per mantenere la competitività e il successo a lungo termine.

Fabio BENSAJA
About the author

Fabio BENSAJA, laurea in Scienze Politiche internazionali e specializzazioni in Golf Management, Turismo e Comunicazione

Lascia un commento

Translate »